pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

guarda i video su

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2017
.
 
 
 
 

Migranti a Como / Il gruppo Rapinese chiederà con una mozione il “coprifuoco” alle 20:00 per i richiedenti asilo ospiti nelle strutture del Comune di Como

Rognoni e Baggi (Prc/SE Como):«Siamo allibiti, la misura proposta dal consigliere Rapinese e dal suo gruppo è una misura fascista. Ci chiediamo se i controlli li vorrebbero fatti sulla base del colore della pelle».
Stefano Rognoni – responsabile dipartimento immigrazione Prc/SE Como e Fabrizio Baggi Segretario Provinciale Organizzativo Prc/SE Como hanno dichiarato:
«Apprendiamo da una nota pubblicata dal sito di Espansione TV che il Consigliere Rapinese ed il suo gruppo intendono presentare, alla riapertura dei lavori del Consiglio Comunale, una mozione che imponga il “coprifuoco” alle ore 20:00 a tutti i richiedenti asilo ospiti nelle strutture del Comune di Como.
Siamo allibiti, ci chiediamo come un amministratore di questa città possa proporre misure di “sicurezza” da ventennio fascista senza battere ciglio. Ci domandiamo inoltre come secondo Rapinese si dovrebbero svolgere i controlli per assicurarsi dell'applicazione del provvedimento in caso passasse. Forse il gruppo Rapinese sindaco pensa a dei rastrellamenti fatti sulla base del colore della pelle oppure pensano di far mettere una spilla di riconoscimento a tutti i richiedenti asilo.

Leggi tutto: Migranti a Como / Il gruppo Rapinese chiederà con una mozione il “coprifuoco” alle 20:00 per i...

ERP, approvazione nuovo regolamento regionale: critica SUNIA COMO

Posizione critica espressa  dal Sunia di Como circa il nuovo regolamento Erp (edilizia residenziale pubblica), preoccupato per le ricadute che il nuovo regolamento per l' assegnazione delle case popolari avrà sul territorio. "Si penalizzerà proprio chi ha maggiori difficoltà e si trova  in emergenza abitativa, in  particolare famiglie e giovani- spiega Mara Merlo, segretaria provinciale di SUNIA Como - che saranno fatalmente esclusi dall' assegnazione di alloggi pubblici perché il nuovo regolamento privilegerà il criterio dell' anzianità di residenza compromettendo il diritto fondamentale alla casa per chi più ne ha bisogno, introducendo il limite del 20% di assegnazioni per le famiglie indigenti. Il regolamento stabilisce percentuali molto rigide per le diverse categorie sociali "ingessando"  in tal modo le assegnazioni che non potranno più tenere conto di emergenze abitative straordinarie, sfratti compresi.   A settembre insieme a Cgil e alle altre organizzazioni sindacali e degli inquilini, chiederemo un' incontro con il sindaco, per sollecitare un intervento ed una presa di posizione dell' amministrazione comunale su un regolamento tanto discriminatorio ed escludente che ignora le effettive condizioni di fabbisogno abitativo e che fra l' altro, sottrae competenza e ruolo proprio ai Comuni."

ComodalBasso - il gruppo di lavoro espressione locale del "Comitato lombardo per la Vita Indipendente delle persone con disabilità" - ha scritto una lettera datata 24 luglio 2017 alla nuova Assessora ai servizi sociali Alessandria Locatelli, al Sindaco ..

Augurando una serena e proficua attività di servizio alla comunità, ComodalBasso - il gruppo di lavoro espressione locale del "Comitato lombardo per la Vita Indipendente delle persone con disabilità" - ha scritto una lettera datata 24 luglio 2017 alla nuova Assessora ai servizi sociali Alessandria Locatelli, al Sindaco Mario Landriscina e alla Giunta, a tutti i Consiglieri di maggioranza e minoranza.
Mettendosi a disposizione per il raggiungimento degli obiettivi fondamentali fissati dalla Costituzione italiana e dalla Convenzione Onu per assicurare alle persone con disabilità parità di diritti e non discriminazione, il gruppo di lavoro li rimarca con queste parole:

Siamo a ricordarvi che la convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, legge dello Stato italiano 3 marzo 2009 n.18, indica all'articolo 3 il rispetto dei seguenti principi generali:

"Il rispetto per la dignità intrinseca, l'autonomia individuale, compresa la libertà di compiere le proprie scelte, e l'indipendenza delle persone;
la non discriminazione;
la piena ed effettiva partecipazione e inclusione nella società;
il rispetto per la differenza e l'accettazione delle persone con disabilità come parte della diversità umana e dell'umanità stessa;
la parità di opportunità;
l'accessibilità;
la parità tra uomini e donne;
il rispetto dello sviluppo delle capacità dei minori con disabilità e
il rispetto del diritto dei minori con disabilità a preservare la propria identità".

Leggi tutto: ComodalBasso - il gruppo di lavoro espressione locale del "Comitato lombardo per la Vita...

Il 23/7 A COMO UNA FIACCOLATA PER DIRE NO ALL’OBBLIGO VACCINALE Evento realizzato da genitori di Como per manifestare il dissenso contro il DL Lorenzin

Il gruppo “Genitori del no obbligo vaccinale Como”, che raggruppa oltre 250 famiglie sul territorio provinciale, organizza, con la partecipazione di alcune delle più grandi associazioni nazionali contrarie all’obbligo vaccinale (ad alcune delle quali aderiscono anche molti danneggiati da vaccino), una
fiaccolata a Como, domenica 23 luglio alle ore 20.30, con partenza da Largo Spallino
per accendere una luce sulla Libera Scelta ed allontanare il buio che tramite un obbligo indiscriminato si vorrebbe imporre.
Al termine del percorso che si snoderà attraverso il centro storico, è previsto un momento con contributi e testimonianze delle associazioni, di famiglie di danneggiati, di esperti del settore.

Le associazioni aderenti sono:
#Genitori del no obbligo Lombardia, Genitori per la vita, Comilva, Il Sentiero di Nicola, RAV HPV reazioni avverse ai vaccini, Amev, Auret, Condav.

I genitori organizzatori e le associazioni aderenti precisano che NON sono contrari ai vaccini: il gruppo “Genitori no obbligo vaccinale Como” è partecipato da genitori che non vaccinano, da genitori che hanno vaccinato in parte per scelta o su suggerimento medico, da genitori di bambini danneggiati dalle vaccinazioni e da genitori che hanno liberamente e coscientemente vaccinato secondo l’intera

Leggi tutto: Il 23/7 A COMO UNA FIACCOLATA PER DIRE NO ALL’OBBLIGO VACCINALE Evento realizzato da genitori di...

Legambiente - parcheggi e salute pubblica

A Como l'inquinamento uccide, ma la priorità resta quella di offrire più parcheggi a ridosso del centro. Mentre viene dimostrata scientificamente la correlazione tra gli altissimi livelli di inquinamento dell'aria in alcuni periodi dell'anno e l'aumento dei casi di ictus e infarto negli ospedali cittadini,  si accoglie con entusiasmo la notizia che piazza Roma verrà nuovamente destinata a parcheggio,  non solo per i residenti. Un progetto che comportera' inevitabilmente una revisione dell'attuale ZTL per consentire il consistente flusso di traffico che tornerà ad interessare le vie adiacenti la piazza stessa.  

Non occorre essere ambientalisti per evidenziare l'assurda contraddittorietà delle due notizie, ma le reazioni positive di fronte alla prospettiva di riavere il fiume di

Leggi tutto: Legambiente - parcheggi e salute pubblica

ANPI - Riposta all'editoriale comparso su La Provincia di Como il 16/07/2017

Ringraziamo il direttore de La Provincia di Como Sig. Minonzio per aver espresso così chiaramente il suo punto di vista su fascismo e neofascismo nell’editoriale comparso domenica scorsa 16 luglio.
Ci permetterà ora di esprimere le nostre ragioni, una su tutte: il fascismo e i neofascisti di oggi sono l'esatto contrario di tutto ciò che è scritto nella carta fondamentale del nostro paese, la Costituzione.
Riteniamo profondamente sbagliato sottovalutare e ridicolizzare i fenomeni neofascisti riconducendoli a semplice goliardata. Che possa accadere una cosa simile è inaccettabile in un paese che a causa del fascismo ha subito migliaia di morti, persecuzioni, deportazioni e una guerra devastante.
Dispiace inoltre che il direttore Sig. Minonzio la voglia gettare in rissa da tribuna politica, tirando in ballo la sinistra e il Partito comunista, quando invece qui ci sono di mezzo i valori fondamentali della Repubblica italiana e le regole democratiche che come popolo ci siamo dati per la convivenza civile.

Leggi tutto: ANPI - Riposta all'editoriale comparso su La Provincia di Como il 16/07/2017

Legambiente Como - anche quest'anno Goletta dei Laghi fa tappa sul Lario

Anche quest'anno Goletta dei Laghi fa tappa sul Lario per monitorare le principali criticità che riguardano l'ecosistema lacustre.

L’emergenza siccità che ha colpito la Penisola sta mettendo in serio pericolo anche i bacini lacustri italiani.  E al problema della siccità si unisce quello legato all’inquinamento, alle eccessive captazioni idropotabili, al consumo di suolo e al sovra sfruttamento della risorsa idrica che mettono in pericolo i bacini lacustri, la biodiversità e le bellezze ambientali e paesaggistiche.

L’equipaggio sta conducendo in questi giorni i campionamenti sul Lario e siamo lieti di invitarvi alla conferenza stampa di presentazione dei risultati che si terrà

venerdì 7 luglio alle ore 11.00, presso la Sala Stemmi del Comune di Como.

 Per maggiori informazioni www.legambiente.it/golettadeilaghi

Leggi tutto: Legambiente Como - anche quest'anno Goletta dei Laghi fa tappa sul Lario

Elisabetta Patelli - Ecologisti e Reti Civiche - é in corso un abbattimento dei cedri deodara dell'area ex Oec

Stamattina presto siamo stati chiamati dalla referente di zona Paola Minussi perché era in corso un abbattimento dei cedri deodara dell'area ex Oec. Al di là del fatto che in questa città manca una sensibilità reale nei confronti del verde urbano ,prezioso soprattutto nei quartieri trafficati e inquinati , la vicenda evidenzia un dato politico allarmante : i residenti infatti non si sono mai opposti alla realizzazione del ipermercato ,lo hanno "digerito", adottando un atteggiamento collaborativo e propositivo nei confronti dell'Amministrazione e dei vertici del Iperal. I residenti infatti hanno offerto gratuitamente all'Amministrazione un progetto di piccola area verde attrezzata con la conservazione degli alberi ,a disposizione di tutto il quartiere. Dopo numerosissimi incontri in cui gli abitanti di Monte Olimpino sono stati rassicurati e hanno avuto garanzie della realizzazione di quel progetto, nel quale era evidentissima la conservazione degli alberi ,stamattina sono stati svegliati dalle motoseghe. Questo metodo non è accettabile . Le ruspe hanno spazzato via in un colpo le piante, le richieste e il progetto dei cittadini.

La Famiglia Comasca regalerà alla città 30 biglietti per assistere aI CANTI DELLA SETA. Una città in movimento

La Famiglia Comasca rinnova anche quest'anno il suo prezioso sostegno al Festival Como Città della Musica, promosso dal Teatro Sociale di Como-AsLiCo in collaborazione con la Società Palchettisti.

Questa volta la scelta è caduta su I CANTI DELLA SETA. Una città in movimento, il nuovissimo progetto di danza partecipata guidato dal coreografo di fama internazionale Virgilio Sieni. Creatore di numerosi spettacoli e premiato dalla critica di tutta Europa, Sieni si occupa da sempre di danza ‘partecipata’, rivolta a una comunità allargata di cittadini, giovani e anziani, studenti e amatori, mossi dal desiderio di scavare nel proprio corpo per incontrare l’altro. Oltre 80 cittadini sono stati coinvolti in un laboratorio di alcuni mesi, culminante nello spettacolo di danza e movimento che andrà in scena all’Arena del Teatro Sociale venerdì 7 luglio alle ore 20.15.

La Famiglia Comasca regalerà alla città 30 biglietti per assistere a  I CANTI DELLA SETA.

I biglietti saranno distribuiti alla biglietteria del Teatro a partire da martedì 27 giugno alle ore 10.  Sarà possibile ritirare solo 2 biglietti a testa fino ad esaurimento posti

Leggi tutto: La Famiglia Comasca regalerà alla città 30 biglietti per assistere aI CANTI DELLA SETA. Una città...

Appello al voto per Maurizio Traglio - BALLOTTAGGIO 25 GIUGNO - dalle 7:00 - 23:00

Il voto del prossimo 25 giugno segnerà il futuro della nostra città per i prossimi 5 anni e non possiamo sentirci esclusi dalla responsabilità di una scelta così importante. Alcuni di noi al primo turno di queste elezioni hanno sostenuto altri candidati, più vicini alla propria visione politica. Ora, però, il confronto si gioca tra Mario Landriscina e Maurizio Traglio: uno di loro il 26 giugno sarà il Sindaco di Como e guiderà la nostra città. Consapevoli che l’esercizio della democrazia a volte impone scelte che possono non corrispondere completamente ai nostri ideali, al ballottaggio sosterremo
Maurizio Traglio. Con Mario Landriscina sono schierate le forze politiche responsabili dei più gravi problemi della città, paratie e Ticosa, le stesse forze politiche che hanno lasciato costruire
l’ospedale cittadino a San Fermo e che oggi ci propongono una visione di città ripiegata su stessa, dominata dalla paura degli immigrati, percorsa da razzismo e xenofobia. Una visione incompatibile con i principi democratici in cui crediamo fermamente. Al ballottaggio sosterremo quindi Maurizio Traglio, la cui proposta per una gestione trasparente e solidale della città trova credibilità nella competenza di persone di valore già indicate come assessori nella futura Giunta: Roberta Marzorati, Barbara Minghetti, Angelo Monti e Vittorio Nessi.

Leggi tutto: Appello al voto per Maurizio Traglio - BALLOTTAGGIO 25 GIUGNO - dalle 7:00 - 23:00

Prc/SE_Como - Elezioni amministrative a Como. Xenofobi e fascisti scatenati sui social :«Massima solidarietà alla Feltrinelli. Razzismo nelle parole di Salvini».

Apprendiamo della reazione, via twitter, del Sig. Salviniall'orgogliosa precisazione diffusa via Facebook da La Feltrinelli di Como circa la diffusione gratuita della guida per rifugiati e migranti Welcome to Italy.
La Feltrinelli dà una giusta risposta alle dichiarazioni xenofobe, questa volta durante un comizio a sostegno del candidato Sindaco Landriscina, di chi usa la pelle di persone disperate per diffondere paura e raccattare voti. Non crediamo che la sua minaccia di non dare più una lira alla catena di librerie impoverisca qualcuno. Chi manipola la cultura a suo favore non ha interesse a diffondere il sapere che i libri possono dare. Inoltre vorremmo far notare al Sig. Enrico Levrini, della lista Fratelli d'Italia che sostiene il sopracitato candidato sindaco, che il manifesto postato su Facebook raffigurante un uomo nero che

Leggi tutto: Prc/SE_Como - Elezioni amministrative a Como. Xenofobi e fascisti scatenati sui social :«Massima...

La CGIL si stringe attorno ai famigliari di Gianfranco Garganigo

la Cgil si stringe attorno alla moglie Albertina e ai figli Ivan e Matteo per la scomparsa di Gianfranco Garganigo, storico dirigente della Cgil (dieci anni come segretario della Camera del Lavoro e come segretario dei pensionati) e da anni impegnato nel volontariato con Auser.

"Senza Gianfranco - è il commento di Giacomo Licata, segretario provinciale della Cgil di Como - siamo tutti più poveri: il sindacato, la politica, il volontariato. Per capire il suo tratto distintivo, mi viene in mente un aneddoto: di recente è stato negli Usa. Mi ha mandato una cartolina, con l'augurio di buon futuro. Mi piace ricordare proprio così Gianfranco: la sua caratteristica era proprio quella, avere lo sguardo sempre rivolto in avanti".

Domani 16 giugno/ sciopero per l'intera giornata del settore multiservizi (imprese di pulizie), mense ospedaliere, agenzie di viaggio

Contratto nazionale scaduto, malattia non garantita, permessi cancellati, scatti d'anzianità dimenticati, nessuna garanzia nei cambi d'appalto. A Como domani  sciopera il settore multiservizi (in particolare gli addetti del settore pulizie), gli addetti di mense ospedaliere e agenzie di viaggio. La protesta è organizzata da Filcams Cgil, Fisacat Cisl, Uiltucs Uil.
Dopo la giornata di mobilitazione plurisettoriale nazionale dello scorso 31 marzo, che ha visto un’altissima adesione allo sciopero e alla manifestazione nazionale a Roma, continuiamo le iniziative di lotta per dare sostegno alle nostre rivendicazioni per il rinnovo del contratto nazionale scaduto da oltre 4 anni. Generalmente con contratti part-time e quindi stipendi medio-bassi, sempre sottoposti al rischio dei cambi di appalto. Lavoratrici e lavoratori considerati “invisibili”, che invece svolgono attività importantissime, determinanti sia per l’economia sia per gli irrinunciabili servizi offerti.  Le trattative per il rinnovo sono ancora ferme, a causa di richieste da parte dei datori di lavoro considerate dai sindacati “inaccettabili” su diversi elementi economici e normativi.

Celeste Grossi: Libertà di voto per il ballottaggio "io voterò Maurizio Traglio"

Quasi mille persone hanno dato fiducia a La prossima Como, incoraggiandoci ad andare avanti per la nostra strada, quella giusta, quella della costruzione di una sinistra unita e plurale, uno spazio pubblico dove stare pubblicamente, nel quale le nostre laiche identità convivano intrecciandosi e guardando insieme verso un comune orizzonte, con i piedi ben piantati a terra. È nei territori che si può continuare a coltivare futuro e speranza, contrastare l'individualismo, favorire il protagonismo di donne e uomini in carne e ossa.
Siamo preoccupati per la crescita dell'astensione in città che ci racconta della distanza che è aumentata tra chi vive ai margini e chi si sente vulnerabile e il Palazzo delle istituzioni, anche quella più prossima, il Comune. Ci racconta delle attese deluse dalla giunta uscente e dalla coalizione politica che l'ha sostenuta per la quale partecipazione è stata solo una parola scritta sul programma elettorale. Molte delle donne e degli uomini che ci siamo proposti di rappresentare hanno scelto di non votare, neppure per noi che avremmo portato la loro voce a Palazzo Cernezzi. Continueremo tenacemente a incontrarli, ascoltarli, progettare insieme La prossima Como.
Noi, La prossima Como, non daremo indicazione di voto alle nostre elettrici e ai nostri elettori. Li consideriamo capaci di decidere da soli e liberamente come votare al ballottaggio. Siamo una lista di cittadinanza attiva, le nostre culture politiche sono differenti.

Leggi tutto: Celeste Grossi: Libertà di voto per il ballottaggio "io voterò Maurizio Traglio"

Premio di teatro Urgenze 2017 - arriva la vittoria dello spettacolo Nel mio paese di Giuseppe Adduci

A conferma del felice momento della drammaturgia comasca (ricordiamo i riconoscimenti anche internazionali al collaboratore di TeatroGruppo Popolare Paolo Bignami) arriva la vittoria dello spettacolo Nel mio paese di Giuseppe Adduci della Compagnia di via Castellini. Il testo, portato in scena da Giampietro Liga sempre per la regia di Adduci, si è imposto in un primo tempo sui centodieci selezionati dalla giuria del teatro Tordinona di Roma, e ha successivamente acquisito il definitivo successo tra quelli che hanno potuto disputare la fase finale del Premio.
Il palmares della Compagnia comasca, dopo i tributi a La farfala sucullo (premio Teatro e shoà 2007), Giù da posto l’o di Cristo (premio Buon non compleanno Andersen), Amore non ne avremo (Artevox 2008),  si arricchisce di quest’ultimo riconoscimento, segno dell’interesse per la parola e i suoi significati che TeatroGruppo Popolare attribuisce al proprio modo di pensare la scena.  La Compagnia, infatti, pone al centro degli spettacoli la storia, i suoi sviluppi e le dinamiche di segno ed emozione, rifiutando gli istrionismi troppo spesso caratteristica degli attori di teatro.

Leggi tutto: Premio di teatro Urgenze 2017 - arriva la vittoria dello spettacolo Nel mio paese di Giuseppe Adduci