pubblica direttamente tu su

diventa un collaboratore

 

guarda i video su

 

 Mercati CortoBio 

Tutti i sabati presso il Parco dei "Comboniani" a Como-Rebbio, dalle 8 alle 12, è allestito il "CortoBio", il mercato dei produttori biologici e locali (via Salvadonica 3)
 

 

 

 

 

 Il Parlamento indaghi sull'omicidio Pasolini

Salviamo le api

 

 

 

 

 

 

 

 

sfoglia la bacheca su

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 Tesseramento 2017
.
 
 
 
 

“Villa Bernasconi alla ricerca di testimonianze e cimeli delle storiche Tessiture”

Il Comune di Cernobbio e la Soc. Coop. Mondovisione di Cantù, nell’ambito del progetto Liberty Tutti, desiderano raccogliere i ricordi degli ex dipendenti delle Tessiture Seriche Bernasconi. A tal scopo, nelle ultime settimane, i due soggetti promotori si sono impegnati nella ricerca di testimoni diretti disposti a condividere racconti e aneddoti riguardanti il lavoro nelle tessiture ma anche di testimonianze indirette quali fotografie, cartoline, campioni di tessuto.

Leggi tutto: “Villa Bernasconi alla ricerca di testimonianze e cimeli delle storiche Tessiture”

Raccolta differenziata dei rifiuti a Cernobbio: incontri di Econord con la cittadinanza. Tutte le date

Per illustrare le modalità del servizio, l’utilità della raccolta differenziata e le modalità di riduzioni di rifiuti, Econord, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Cernobbio, ha proposto una serie di incontri con la cittadinanza che si terranno secondo il seguente calendario:
Sala Consiliare Cernobbio                                             15 maggio
Centro civico Piazzetta della Filigrana (Mornello)             26 maggio
Centro civico Via Mondelli (Piazza St Stefano)                12 giugno
Centro civico Via IV Novembre Rovenna                          19 giugno

 
Tutti gli incontri iniziano alle 20:30. Saranno presenti i responsabili della Ditta Econord.

Wikipedia: nuovi approfondimento su Cernobbio - Nuovo Editathon sabato 20 maggio

Nove nuove voci; dodici approfondimenti; una seconda edizione da tenersi a maggio. Sono questi i numeri dell’Editathon che si è svolto lo scorso 1° aprile a Villa Bernasconi di Cernobbio. La prima maratona di scrittura di Wikipedia tenuta nella dimora liberty cernobbiese, dedicata alla creazione di nuove voci sulla nota enciclopedia libera online nonché la revisione di altre già presenti, ha infatti ottenuto un grande successo a tal punto che l’evento sarà replicato il sabato 20 maggio p.v.

L’Edidathon ha consentito la creazione di nuovi spazi di approfondimento dedicati a Villa Bernasconi sul web nonché ad altre importanti testimonianze storico/artistiche di Cernobbio quali Villa Allamel, Casa Cattaneo, Il Giardino della Valle. Ovviamente non è mancata la creazione della voce dedicata alle storiche Tessiture Bernasconi, fondate dall’imprenditore Davide Bernasconi, costruttore della villa e figura di spicco della realtà cernobbiese a cavallo tra il XIX ed i primi decenni del XX secolo.

La maratona ha poi permesso di creare anche pagine dedicate ad altre importanti ville storiche che si affacciano sul lago di Como (villa del Grumello, villa Pierreard Marinoni Schmidlin, Villa Fornasari, Villa Dozio) e permesso di implementare i contenuti di pagine già presenti su Wikipedia. In particolare ci si è concentrati su Cernobbio, Villa Erba, Villa d’Este, Villa Olmo, Villa Manzoni, Villa Eremo, Villa Belgiojoso, Villa Monastero, Villa Carlotta, Villa del Balbianello, Villa Melzi d’Eril, Dosso Pisani. Ora tutti i wikipediani potranno contribuire all’aggiornamento di queste voci o alla creazione di nuove, attingendo a fonti autorevoli e affidabili, magari sfruttando il patrimonio delle biblioteche locali, ricche di volumi inerenti alla storiche del territorio.

Leggi tutto: Wikipedia: nuovi approfondimento su Cernobbio - Nuovo Editathon sabato 20 maggio

Villa Bernasconi collabora con le scuole - Sempre più giovani coinvolti in “Liberty Tutti”

Villa Bernasconi di Cernobbio, nell’ambito del progetto “Liberty Tutti” promosso da Comune di Cernobbio in collaborazione con la Cooperativa Sociale Mondovisione di Cantù e finanziato da Fondazione Cariplo, negli ultimi mesi ha avviato diverse collaborazioni con tre Istituti Scolastici secondari di Primo grado della città di Como. Si tratta del Liceo “Teresa Ciceri” (con gli studenti guidati dall’insegnante Di Fonzo), Istituto Professionale “Gaetano Pessina” (referente prof. Pignotti) e della sede comasca della Fondazione Enaip Lombardia (prof.ssa Manili Pessina). I tre progetti riguardavano, rispettivamente, due performance artistiche ed una campagna social. Uno dei principali obiettivi di “Liberty Tutti”, infatti, è proprio quello di coinvolgere le giovani generazioni in nuove modalità di fruizione culturale.Si è trattato di occasioni particolarmente interessanti per gli studenti coinvolti che hanno potuto approfondire la loro conoscenza di un luogo di significativa importanza storico-artistica del nostro territorio, nonché collaborare per la valorizzazione di questo bene attraverso iniziative concepite ed elaborate in classe e, successivamente, messe in pratica direttamente a Cernobbio. Performance che hanno coniugato momenti formativi a momenti nei quali, davanti al pubblico, gli studenti, la maggior parte dei quali  frequenta indirizzi di stampo turistico o musicale, hanno potuto esibire le competenze acquisite. Filo conduttore delle iniziative è il tema “Voci di villa”; gli studenti hanno infatti elaborato i loro progetti basandosi su spazi, colori ed atmosfere evocate da Villa Bernasconi utilizzando diversi linguaggi artistici per esprimere ciò che la villa stessa ha loro comunicato.

Leggi tutto: Villa Bernasconi collabora con le scuole - Sempre più giovani coinvolti in “Liberty Tutti”

Il modellino del Lager di Hildesheim e reperti dello Stalag XI B di Sandbostel donati per un nuovo allestimento al Centro Studi Schiavi di Hitler di Cernobbio

Appartenute ad Angelo Digiuni verranno consegnate mercoledì 22 marzo alla presenza del Sindaco, Paolo Furgoni, e degli alunni della scuola “Don Umberto Marmori”

Mercoledì 22 marzo verrà donato al Centro Studi Schiavi di Hitler di Cernobbio il plastico del Lager 6001 di Hildesheim, reperti dello Stalag XI B di Fallingbostel (Bassa Sassonia), nonché altro materiale, appartenuto ad Angelo Digiuni, cavaliere della Repubblica e Medaglia d’Onore, che ha portato con sé per tutta la vita il ricordo della deportazione, quando, neanche ventenne, finì in un campo di lavoro, come la gran parte degli oltre settecentomila militari italiani catturati dai tedeschi dopo l'8 settembre 1943 che furono privati dei benefici della Convenzione di Ginevra, e nella condizione di Internati Militari Italiani (IMI) subirono sofferenze indicibili.

In particolare gli IMI, impiegati in gran parte nello zuccherificio, furono vittime a Hildesheim di una delle principali stragi compiute dai tedeschi verso la fine della guerra. Fra il 26 e il 29 marzo 1945 oltre 130 militari vennero uccisi senza processo perché accusati di aver raccolto scatolette di cibo mentre sgomberavano le macerie della stazione ferroviaria bombardata dagli aerei alleati. In parte fucilati al cimitero, altri impiccati sulla piazza del mercato, davanti alla popolazione. L'esperienza della prigionia lo toccò a fondo e lo portò, dopo il rimpatrio, a cercare i reduci di quella drammatica vicenda per valorizzarne la Memoria e farne testimonianza, fino ad essere ospite d'onore della città di Hildesheim nelle cerimonie pubbliche che ricordano la strage. Sequenze della sua video testimonianza, raccolta da Valter Merazzi nel 2004, sono presenti nella mostra permanente “Tra più fuochi. Storia degli Internati Militari Italiani, 1943 -1945” inaugurata nel novembre scorso a Berlino dai ministri degli Esteri di Germania e Italia.

Leggi tutto: Il modellino del Lager di Hildesheim e reperti dello Stalag XI B di Sandbostel donati per un nuovo...

La riqualificazione di Villa Bernasconi protagonista all’edizione 2017 di MECI

a Lariofiere di Erba dal 25 al 27 marzo Il progetto coinvolto dal tema della rassegna: ricostruire il territorio con proposte turistiche  

Il progetto di riqualificazione di Villa Bernasconi a Cernobbio sarà tra i protagonisti della prossima edizione del MECI, la Mostra Edilizia Civile Industriale, che si svolgerà presso il compendio di LarioFiere ad Erba dal 25 al 27 marzo 2017. Il tema principale di questo tradizionale appuntamento, che si ripete ormai da più di trent’anni e che da sempre offre a tutti gli attori della filiera edilizia l’opportunità di confrontarsi su tematiche importanti e attuali, quest’anno infatti sarà dedicato a “Ricostruire il territorio. Edilizia e turismo, innovazione e tradizione per promuovere il territorio”. L’attenzione del mondo dell’edilizia, quindi, scruta attentamente anche le opportunità date dagli investimenti con finalità turistico-culturali e questo è il caso di Villa Bernasconi. Un significativo ed ambizioso intervento reso possibile grazie a “Liberty Tutti” che ha ottenuto un finanziamento di € 480.000 da parte di Fondazione Cariplo e che, complessivamente, prevede investimenti che superano abbondantemente il milione di euro fino al 2019 assicurati dall'Amministrazione Comunale, da una serie di sponsor, dalla partecipazione a diversi bandi, tra cui “Territori Creativi – innovazione nella moda e nel design” e dai proventi dei diversi servizi che progressivamente verranno attivati. Un progetto che si inserisce all’interno di un pluriennale impegno sul fronte culturale/turistico profuso dall’Amministrazione Comunale di Cernobbio e che ha già posto Villa Bernasconi al centro di un importante processo di riqualificazione urbana che interessa una vasta area ai margini del centro storico, riservata in particolar modo ai giovani.

Leggi tutto: La riqualificazione di Villa Bernasconi protagonista all’edizione 2017 di MECI

Villa Bernasconi come gli Uffizi: un’editathon per valorizzarla su Wikipedia

Sabato 1 aprile 2017 la dimora liberty di Cernobbio ospiterà una giornata per la creazione e l’approfondimento di voci dell’enciclopedia on-line

Sabato 1 aprile 2017 Villa Bernasconi a Cernobbio ospiterà la sua prima editathon per la compilazione e la revisione di voci di Wikipedia, la più grande enciclopedia gratuita della rete internet. Si tratta di una maratona di scrittura in cui volontari wikipediani esperti insieme ai nuovi utenti, che si  potranno iscrivere per l’occasione, lavoreranno alla creazione di nuove voci dedicate alla Villa, al suo proprietario, l’industriale tessile Davide Bernasconi ed alla sua azienda, le Tessiture Bernasconi. Si tratta di un format già sperimentato più volte da Wikimedia Italia: tra gli appuntamenti più recenti, quello alle Gallerie degli Uffizi di Firenze, al Politecnico e all’Università Statale di Milano.

L’evento è organizzato da Wikimedia Italia, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Cernobbio e la Cooperativa Sociale Mondovisione, nell’ambito del progetto Liberty Tutti, finanziato da Fondazione Cariplo che ha l'obiettivo di rendere Villa Bernasconi una struttura strategica per il territorio e il suo sviluppo turistico, attraverso il coinvolgimento dei giovani e l’applicazione delle moderne tecnologie. In particolare, il progetto Liberty Tutti mira a consolidare il ruolo della Villa come centro per lo sviluppo culturale e per l'innovazione per un bacino di utenti sempre più ampio.

Il programma prevede al mattino, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, un workshop di formazione per i nuovi redattori e dopo pranzo, dalle ore 13.30 alle ore 17.30, l’editathon vera e propria, durante la quale ci si concentrerà anche su altri monumenti di Cernobbio, come la Chiesa di San Vincenzo, e su voci inerenti ad alcune delle ville più famose della città, quali Villa Erba e Villa d’Este.

«Cernobbio è una località turistica nota in tutto il mondo, ma purtroppo Wikipedia non ha ancora un'ampia copertura degli edifici di valore architettonico presenti nella città” - commenta Maurizio Codogno, portavoce di Wikimedia Italia -. Siamo lieti che i contatti col Comune di Cernobbio, avviati in occasione di Wiki Loves Monuments e proseguiti con una Wikigita, portino ora a questa iniziativa: le conoscenze tecniche dei wikipediani e quelle storiche dei cernobbiesi produrranno un risultato fruibile da chiunque, in tutto il mondo.»

Leggi tutto: Villa Bernasconi come gli Uffizi: un’editathon per valorizzarla su Wikipedia

«Insieme cogli l’attimo»: è nata la pagina facebook “condivisa” sul progetto di Fusione per il Basso Lario tra Cernobbio, Moltrasio e Carate Urio

È “Insieme cogli l’attimo…Un Comune unico per il Basso Lario” la pagina Facebook promossa dall’Amministrazione Comunale di Cernobbio sul popolare social network per informare i cittadini in vista del referendum sulla proposta di fusione tra i Comuni di Cernobbio, Moltrasio e Carate Urio che si terrà nel prossimo autunno in una data che verrà decisa nelle prossime settimane dal Consiglio Regionale Lombardo. «Auspichiamo che questo strumento, insieme all’apposita sezione del nostro sito dedicata al progetto di fusione già attiva, possa contribuire al dibattito su quella che ritengo un’importante opportunità per tutta la popolazione del territorio interessato e non solo per i cittadini cernobbiesi – puntualizza il sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni -. Infatti non daremo spazio solo alla presentazione dei diversi incontri ed alle occasioni che animeranno il tempo che ci separa dalla consultazione referendaria ma vogliamo anche informare i cittadini su cosa rappresenta una fusione, su cosa comporta, sui suoi vantaggi, sulle sue conseguenze positive per ciò che concerne la qualità dei servizi e la minore tassazione locale nonché circa le maggiori disponibilità d’investimento presentando i risultati concreti che hanno vissuto, o stanno vivendo, numerose realtà comasche: da Colverde alla Tremezzina, al nuovo Comune di San Fermo della Battaglia che ora accomuna anche la realtà di Cavallasca». Un’ulteriore particolarità della pagina facebook “Insieme cogli l’attimo…Un Comune unico per il Basso Lario” la gestione condivisa di questo spazio virtuale anche da parte degli amministratori delle altre realtà interessate dal progetto di fusione. «Abbiamo fatto questa proposta alle Amministrazioni di Moltrasio e Carate Urio perché ci sembra giusto che in un progetto come questo non ha senso che esistano tante voci diverse che parlano dello stesso argomento – prosegue Furgoni - . Questo spazio del popolare social network vuole costituire un primo esempio di gestione comune di una situazione, in questo caso delle tappe di avvicinamento al referendum. Da Moltrasio ci è già arrivata una risposta positiva. A Carate Urio si stanno organizzando». «L'amministrazione Comunale di

Leggi tutto: «Insieme cogli l’attimo»: è nata la pagina facebook “condivisa” sul progetto di Fusione per il...

Villa Bernasconi 100% Social grazie alla campagna MIBACT #lartetisomiglia Scommessa digitale per una nuova attrattività

Villa Bernasconi di Cernobbio vuole essere 100% “Social” grazie ai profili su Facebook, Twitter ed Instagram, che in questo inizio 2017 sono particolarmente attivi per sostenere il progetto “Liberty Tutti”, promosso dal Comune di Cernobbio in collaborazione con la Cooperativa Sociale Mondovisione di Cantù e finanziato da Fondazione Cariplo.

Il ricorso ai nuovi strumenti di comunicazione digitale ed alle nuove tecnologie rappresenta un elemento fondamentale e imprescindibile per la valorizzazione dei beni culturali e quindi di Villa Bernasconi, come è emerso dallo studio condotto dall’Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano.
I risultati di questa indagine, condotta su 476 musei italiani, con l’obiettivo di misurare la reazione del pubblico alle attività social dei musei, è stato recentemente presentato nel convegno “Beni e attività culturali: l’alba del rinascimento digitale” del 19 gennaio scorso al Piccolo Teatro Grassi di Milano.
Uno dei dati più interessanti è che nonostante il 52% dei musei possieda un proprio sito web, solo il 13% è presente sui tre social network più diffusi.
Il Comune di Cernobbio è stato invitato dalla prof. Michela Arnaboldi, direttrice scientifica dell’Osservatorio, a partecipare ad un focus group sul percorso intrapreso dalle istituzioni culturali e dalle aziende che operano nell’ambito dell’innovazione digitale. «E’ stata un’interessante opportunità - sottolinea Claudia Taibez, Responsabile dell’Ufficio Cultura del Comune di Cernobbio - per entrare in contatto con questa community e avviare un confronto tra le esperienze consolidate dei musei digitalmente più attivi e il nuovo progetto su Villa Bernasconi».
La presenza di Villa Bernasconi sui social ha l’obiettivo di attirare la curiosità e l’interesse sia dei cernobbiesi sia di un pubblico più ampio, che comprenda anche le istituzioni culturali.
«Nel mese di gennaio abbiamo infatti aderito alla campagna #lartetisomiglia, promossa dal MIBACT e lanciato l’hashtag #1cernobbiesealgiorno. I primi risultati significativi sono stati raggiunti con la foto, postata sui tre profili di Villa Bernasconi, della nostra collaboratrice Giulia Tavecchio in veste de “La schiava turca” del Parmigianino, che ha ottenuto l’apprezzamento anche della Galleria Nazionale di Parma insieme ad un invito a posare accanto all’originale. Voglio soprattutto ringraziare tutti i miei colleghi dell’Ufficio Cultura che hanno partecipato credendo nell’iniziativa »  aggiunge ancora Claudia Taibez.
Così come previsto dal progetto “Liberty tutti” le attività di comunicazione sono affidate ad uno staff di giovani selezionate attraverso il Bando Leva Civica di Regione Lombardia in affiancamento ai responsabili della comunicazione del Comune e della Coop. Mondovisione.
Ecco perché proprio una di loro, Elena Consonni di Cantù, studentessa dell’Università degli Studi di Milano - Bicocca, sta elaborando il Piano di Comunicazione della villa, come argomento fondante della sua tesi di Laurea.
«La rivoluzione digitale ha cambiato la società: vogliamo quindi proporre una fruizione culturale nuova. Il nostro intento è infatti quello di rendere Villa Bernasconi un polo culturale di riferimento non solo per Cernobbio, bensì per tutto il distretto turistico lariano» conclude il Sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni.

Nota del sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni, su voci circa una sua candidatura a sindaco di Como

«In riferimento ad alcuni recenti articoli di stampa, per trasparenza e correttezza nei confronti dei miei cittadini e per chiarezza nei confronti di quelli comaschi, vorrei sottolineare che intendo continuare a svolgere il mio incarico al meglio delle mie possibilità, sino alla sua naturale scadenza: primavera 2018. Tra l’altro, proprio qualche giorno fa, il Consiglio comunale di Cernobbio ha approvato la delibera che avvia il progetto di fusione del mio paese con i limitrofi Comuni di Moltrasio e Carate Urio. Si tratta di un’importante sfida per il futuro di Cernobbio, sfida in cui credo fortemente e che merita la mia massima abnegazione sino al referendum che si svolgerà nel prossimo autunno. Non ho mai pensato di lasciare anticipatamente il mio incarico e attualmente la mia unica ambizione è proseguire al meglio nel mio impegno. A livello personale, sono ovviamente lusingato del fatto che il mio nome sia stato ventilato in riferimento alla carica di sindaco di Como. Ritengo si tratti di un’attestazione di stima nei confronti del lavoro svolto dall’amministrazione di Cernobbio in questi anni, anche in collaborazione con la città capoluogo e con Mario Lucini, che stimo e apprezzo. Sono convinto che per la città di Como emergeranno disponibilità tali da garantire l’elezione di un sindaco che sappia governare al meglio il capoluogo lariano, punto di riferimento di tutto il territorio comasco». Paolo Furgoni Sindaco di Cernobbio Cernobbio, 16 dicembre 2016

Cernobbio: rifacimento dell'acquedotto a Piazza Santo Stefano di ACSM/AGAM: lavori dal 21 novembre al 23 dicembre. Chiusura delle vie interessate e servizio bus sostitutivo

A partire dal prossimo 21 novembre ACSM/AGAM eseguirà dei lavori di rifacimento della rete dell'acquedotto in via Carcano nella frazione di Piazza S.Stefano.Detti lavori comporteranno l'interruzione della circolazione veicolare nei due sensi di marcia sulla via  Carcano, da via Don Della Bella a via Noseda (dopo l'Hotel Asnigo). La strada verrà chiusa nel tratto compreso tra il civico n. 1 di via Noseda e l'intersezione con via Ortigara . Alla sera lo scavo verrà colmato per consentire il transito dei veicoli

Come detto i lavori inizieranno lunedì 21 novembre e termineranno venerdì 23 dicembre 2016 (con interruzione da giovedì 8 a domenica 11 dicembre 2016).La strada rimarrà chiusa dalle ore 8.30 alle ore 17.30 da lunedì a venerdì da dopo l'Hotel Asnigo fino a via Ortigara.L'intervento verrà sospeso

Leggi tutto: Cernobbio: rifacimento dell'acquedotto a Piazza Santo Stefano di ACSM/AGAM: lavori dal 21 novembre...

Anche nel 2016 la Leva Civica Regionale arriva a Cernobbio: disponibili 6 posti per incarichi dal 1° dicembre 2016 al 31 agosto 2017

Nelle prossime settimane il Comune di Cernobbio selezionerà sei giovani da impiegare in leva civica regionale nei settori Ufficio Cultura e Villa Bernasconi (riferimento sulle posizioni Bando Leva Civica volontaria regionale 2016: “Patrimonio artistico e culturale”), educatore Asilo nido (riferimento sulle posizioni “Servizi Sociali)”, Anagrafe e Stato Civile (riferimento “Attività di comunicazione)” per un totale complessivo per ogni incarico di 30 ore la settimana. I percorsi di leva civica regionale inizieranno il prossimo 1° dicembre 2016 al 31 agosto 2017.

Cosa è la leva civica regionale? Istituita dalla LR 33/2014, è nello specifico un’esperienza di nove mesi, con un impegno settimanale di trenta ore, che prevede un'indennità mensile di € 433,80, quindici giorni di permesso retribuito ed un percorso di formazione d'aula realizzato secondo gli standard regionali.

Per partecipare al bando per la selezione di volontarie/i in leva civica regionale occorre avere alcune caratteristiche, ovvero:

- età compresa tra 18 anni (compiuta entro la data di scadenza del bando) e 28 anni (cioè non deve

aver compiuto 29 anni alla data di presentazione della domanda);

- cittadinanza italiana, comunitaria, extracomunitaria con regolare permesso di soggiorno;

- essere residenti in Lombardia da almeno due anni;

- assenza di condanne per reati di violenza contro persone o per porto abusivo d’armi;

- non aver già svolto un periodo di leva civica regionale per un periodo superiore ai 3 mesi.

Anche coloro che hanno svolto il servizio civile nazionale possono partecipare!

Tutti i giovani interessati, in possesso dei requisiti, devono presentare la propria candidatura entro e non oltre il prossimo 11 novembre 2016 all’Associazione Mosaico sul cui sito web, www.mosaico.org, possono essere consultare i testi dei progetti di leva civica regionale, il fac-simile della domanda di partecipazione nonché trovare altre utili informazioni.

Per avere maggiori informazioni potete consultare tutte le informazioni pubblicate sul sito www.comune.cernobbio.co.it oppure contattare l’Associazione Mosaico telefonando in orario d’ufficio allo 035.254140 oppure inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

(Cernobbio, 27 ottobre 2016)

Moltrasio, Maslianico e Cernobbio uniti per il terremoto

Le Amministrazioni Comunali di Cernobbio, Maslianico e Moltrasio, in collaborazione con alcune associazioni del territorio, hanno deciso di promuovere insieme le iniziative i cui proventi saranno destinati alle popolazioni colpite dal terremoto
che lo scorso 24 agosto ha interessato il Centro Italia. D’ora in avanti, infatti, i diversi eventi organizzati nel Basso Lario saranno comunicati utilizzando un’apposita grafica per dare un’immagine condivisa dell’impegno che il comprensorio
sta spendendo per le persone che hanno sofferto dei lutti e della distruzione provocata dalla recente tragedia. «Il disastro verificatosi in Centro Italia ad agosto ha portato le nostre tre Amministrazioni ad ideare una iniziativa comune che interessasse i rispettivi territori, seguendo una linea univoca finalizzata ad un unico progetto di ricostruzione – sottolinea Tiziano Citterio, Sindaco di Maslianico -. Al di là dell’aspetto concreto della raccolta di fondi, ci è sembrato
significativo operare insieme per un’azione di aiuto verso le popolazioni colpite dal terremoto.

Leggi tutto: Moltrasio, Maslianico e Cernobbio uniti per il terremoto

Cernobbio, mercoledì 14 settembre inaugurazione nuova pavimentazione della palestra di Via Regina

Anche quest’anno, unitamente a Don Bruno Biotto, parroco uscente di Cernobbio, ed al Direttivo dell’ASD Cernobbio 2010, per la quinta  volta consecutiva, le associazioni sportive cernobbiesi interverranno ad una S.S. Messa per l'avvio delle proprie attività che quest'anno verrà celebrata all'interno della palestra scolastica di Via Regina a Cernobbio mercoledì 14 settembre alle ore 18.00. Il Direttivo dell'ASD Cernobbio 2010 ha chiesto di celebrare la SS Messa anno all'interno della palestra di Via Regina perché nello stesso momento si vuole inaugurare e consegnare ufficialmente al Comune di Cernobbio (quindi ai suoi cittadini grandi e sopratutto piccoli) la palestra con una nuova pavimentazione.

Prima della celebrazione, alle ore 17,00, l’Amministrazione Comunale inaugurerà ufficialmente la nuova pavimentazione della palestra cernobbiese.

La città cinese di Baiyin in visita a Cernobbio: lunedì 5 settembre un incontro dedicato alla promozione di scambi studenteschi e culturali

Lunedì 5 settembre sarà ospite dell’Amministrazione Comunale di Cernobbio una delegazione proveniente dalla provincia cinese dello Gansu in visita alla località del basso Lario. La rappresentanza sarà composta dal sindaco della città di Baiyin, Sig. Chen Qiyin; dal responsabile dell’ufficio affair esteri di Baiyin, Huang Tianjun; dal presidente della “Jingyuan Normal Secondary Vocational” della provincia dello Gansu, Zhang Guangli e da due insegnanti dello stesso istituto (Sig.ri Jian Yigeng e Liu Detian). La delegazione sara a Cernobbio per conoscere il paese, per approfondire ed illustrare opportunità finalizzate a scambi culturali e studenteschi nonché per gettare “le basi” di un future cooperazione “a tutto tondo”.

In particolar modo alle ore 9.00, presso la sala consiliare (via Regina, nr. 23), si terrà un meeting al quale interverranno, oltre al sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni, anche Silvana Campisano, Preside dell’ITCS Caio Plinio Secondo di Como; Massimo Fiorucci, responsabile educativo dello IATH, l’international Academy of Tourism and Hospitality che ha sede proprio a Cernobbio; e Raffaella Porta, direttrice didattica dell’Accademia Galli di Como. I lavori dureranno circa due ore ed al termine dell’incontro è prevista una visita alla mostra “Cachemire, il segno in movimento”, ospitata da Villa Bernasconi.